Salone del Mobile e Fuorisalone: Milano si accende di design

12/04/2013

Arte Contemporanea



Oltre alla Settimana della moda, c’è un altro evento che fa diventare Milano “capitale del mondo”: il Salone del Mobile, che si sta svolgendo proprio in questi giorni. Un evento unico, che mi affascina soprattutto perché pervade l’intera città e la trasforma: grazie alle mostre, alle installazioni, alle feste e ai workshop previsti dal Fuorisalone, infatti, per qualche giorno Milano si accende e diventa un punto d’incontro internazionale e un generatore inesauribile di creatività, di arte e di idee.

Ho dato un’occhiata al programma di quest’anno, come sempre ricchissimo e stimolante. Si passa da Simple, la prima personale italiana del promettente designer canadese Philippe Malouin, a Ready To Cloud, una performance interattiva sul tema del clouding, la nuova realtà di condivisione e partecipazione nata in rete. Con un pizzico di orgoglio segnalo anche la Stock Collection di Giorgia Zanellato, borsista di Fabrica, che alla Galleria Luisa delle Piane espone una sua personale collezione di oggetti d’arredo ottenuti dall’inusuale abbinamento di plexiglass e marmo.

Ma il progetto che mi sta più a cuore è quello realizzato proprio da Fabrica: a Villa Necchi Campiglio viene inaugurata oggi la mostra Belvedere – Viaggi nei Beni del Fai, dove sono esposti alcuni oggetti disegnati dai nostri giovani talenti, i quali, dopo avere visitato dieci luoghi (bellissimi!) tutelati dal Fondo Ambientale Italiano, ne hanno tradotto lo spirito in oggetti di design. Non mancate.