February 14, 2012

Vola come una farfalla, pungi come un’ape

Sport

Vola come una farfalla, pungi come un'ape - il blog di Alessandro Benetton

Qualche giorno fa ha compiuto settant’anni Muhammad Alì, uno dei più grandi sportivi di tutti i tempi.

Mi sono chiesto se fosse il caso di pubblicare questo post, perché quando si parla di uomini così leggendari è sempre alto il rischio di ripetere cose già dette o di fare affermazioni banali. Mi sono risposto che – per Alì – vale la pena di correre il rischio.

Alì ha infatti creato uno stile di combattimento tutto suo, che è poi diventato storico. Avevo solo una decina d’anni quando la sua carriera era all’apice, ma i racconti dei più grandi e i filmati mi hanno fatto conoscere ben presto le movenze tipiche di questo straordinario pugile. “Vola come una farfalla, pungi come un’ape”, era il suo motto.

Tuttavia non vorrei parlare tanto dello sportivo, quanto dell’uomo. La sua storia è l’ennesima dimostrazione della potenza dello sport come strumento di diffusione di valori e opinioni. Alì, infatti, dopo aver dedicato la vita allo sport che amava non ha esitato a rinunciare alla licenza e al titolo mondiale per difendere le proprie idee.

E il suo rifiuto di combattere nella Guerra del Vietnam è servito ad aprire gli occhi dell’America su una guerra sbagliata e sulle questioni razziali. “I got nothing against the Vietcong, they never called me nigger / Non ho niente contro i Vietcong, loro non mi hanno mai chiamato negro”. Bella capacità di sintesi.

Ora che ha raggiunto i 70 anni, Muhammad Alì mostra i segni del tempo, oltre che dalla malattia (il morbo di Parkinson) che lo perseguita da 30 anni; ma la sua storia straordinaria resterà sempre attuale. Guardate questa fotogallery.

Sport. Tags: , , , , , , , ,

Share Post

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Top