October 11, 2013

Oregon: l’università si paga con i primi stipendi

Economia

Oregon: l'università si paga con i primi stipendi - Alessandro Benetton blog

Ho frequentato l’università negli Stati Uniti e posso confermare che la qualità del sistema universitario americano è molto alta. Anche i costi, tuttavia, sono elevati: per uno studente medio entrare in un college significa pagare subito tasse proibitive, oppure indebitarsi per molti anni. Per dare un’idea, Barack Obama ha terminato di ripagare il proprio “prestito d’onore” soltanto pochi anni fa, quando era da tempo senatore.

Una novità interessante, quindi, è quella che arriva dallo Stato dell’Oregon. Nei prossimi anni gli studenti potranno frequentare l’università statale senza pagare le tasse. In cambio, verseranno una parte del futuro stipendio una volta terminati gli studi.

Un’idea semplice e rivoluzionaria, che scommette sul merito in modo molto americano e che non a caso ha messo d’accordo tutte le ali del Senato dell’Oregon. Un’idea che fa vincere tutti: gli studenti, innanzitutto, che vedono aumentare la loro possibilità di frequentare scuole prestigiose; le università, che possono attrarre nuovi iscritti indipendentemente dalla loro capacità di spesa; le aziende, che troveranno un maggior numero di laureati, ancor più motivati ad entrare nel mondo del lavoro.

Economia. Tags: , , , , , , ,

Share Post

One Response to “Oregon: l’università si paga con i primi stipendi”

  1. giacomo says:

    Comment
    Caro Alessandro, (mi permetto di darti del tu perché eravamo compagni di banco in terza media al PIO X), ho recentemente “postato” due commenti sul tuo bellissimo blog, uno sul “rapporto federculture” e un altro su quest’ultimo ” Oregon: l’università si paga con i primi stipendi”. Se il primo- lo ammetto- era un piccolo concentrato di ovvietà, il secondo- consistente in un interrogativo (“a quando- tra noi- tanta lungimiranza?”),
    era a parer mio meritevole di pubblicazione nella sua essenzialità, volta a rimarcare le stridenti differenze tra un sistema universitario- il nostro- che obera gli studenti di tasse e balzelli senza offrir loro spesso adeguata contropartita in termini di qualità dell’insegnamento, di strutture ricettive, di possibilità di svolgere ricerca ad alto livello, etc., ed il sistema americano- segnatamente dello Stato dell’Oregon- che consente ai discenti la possibilità di pagare le tasse universitarie “versando una parte del futuro stipendio una volta terminati gli studi.
    Sono un po’ deluso, ma mi passerà.
    Ti saluto cordialmente.
    Giacomo Mason

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Top