January 29, 2015

On Kawara al Guggenheim di New York

Arte Contemporanea

Dal 6 febbraio il Guggenheim di New York celebra un Maestro dell’arte concettuale giapponese, On Kawara. Classe 1932, scomparso nel 2014, vissuto tra Giappone e Stati Uniti, potrebbe essere accostato a un altro grande artista italiano, Alighiero Boetti. Kawara ha infatti portato avanti una ricerca artistica capace di spaziare tra mail art, “date paintings” ovvero opere pittoriche composte solo di una grande data su sfondo di colore pieno, libri oggetto, mappe, liste di nomi e collage di ritagli di giornale.

Come vi dicevo, tra le sue opere da ricordare ci sono sicuramente i date paintings. Quadri dove è semplicemente rappresentata una data su sfondo colorato. Era la data in cui l’autore dipingeva il quadro, che quindi doveva essere concluso in una giornata di lavoro: e in caso contrario? In caso si accorgesse di non farcela, On Kawara lo distruggeva prima della mezzanotte. Altra opera di Kawara, ossessionato da sempre dalle date e dallo scorrere del tempo sono i libri oggetto: due in particolare, One Million Years Past e One Million Years Future. Cosa contengono? Anni. Semplicemente anni.

Anni scritti ordinatamente uno dopo l’altro a macchina da scrivere: il primo volume copre gli anni dal 998,031 a.C. fino al 1969. Il secondo dal 1996 all’anno 1.001.995, in totale oltre due milioni di anni, racchiusi tra le pagine. Una ricerca estetica e filosofica unica al mondo, affascinante. Un nome poco noto al pubblico italiano: la mostra di New York potrebbe essere una buona occasione per conoscerlo meglio.

Arte Contemporanea.

Share Post

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Top