January 19, 2017

L’Oscar delle Banconote

Economia

Edmund Hillary ha scalato per primo l’Everest ed è il più celebre alpinista ed esploratore neozelandese. Morto a 89 anni nel 2008 ha raggiunto postumo un’altra vetta. Con il suo volto stampato sui cinque dollari neozelandesi ha scalato la classifica delle banconote più belle del mondo. Una vetta bizzarra quella delle banconote, contesa dai conii di tutto il mondo dal 2005. L’iniziativa è dell’International Bank Note Society, organizzazione fondata nel 1961 da collezionisti, trader e appassionati di cartamoneta che da undici anni analizza lo stile, il profilo artistico e le caratteristiche tecnologiche, la ricerca, l’innovazione e la sicurezza delle banconote coniate nell’anno precedente. Il Business Week ha dedicato un lungo articolo a questo riconoscimento che punta a diffondere la conoscenza sulla carta moneta internazionale e valorizzare le peculiari caratteristiche dei biglietti di carta, che insieme al valore contabile sono portatori dei valori di una nazione e di un popolo. Le banconote sono come dei libri aperti sulla storia, delle mappe geografiche che celebrano i personaggi illustri e i miti di un popolo, ne cantano i drammi e le vittorie.

Nel 2015 sono state coniate ben 150 banconote in tutto il mondo. Di queste 40 erano candidate al titolo. I cinque coloratissimi dollari neozelandesi con il profilo di Edmund Hillary, il monte Cook sullo sfondo da un lato e un pinguino dagli occhi gialli, simbolo della fauna locale, dall’altro, hanno convinto la giuria e ottenuto il titolo. Stampata in Canada, la banconota migliore dell’anno, risponde anche a standard di sicurezza elevatissimi quindi centra tutti gli obiettivi: bella e tecnologica.

Sono in molti ad ambire al titolo di miglior banconota dell’anno perché davvero, diventa motivo di orgoglio nazionale. Quest’anno il primato neozelandese è stato conteso dalla banconota da 5 sterline coniata dalla scozzese Clydesdale Bank e dalle 20 corone svedesi che immortalano l’autrice di Pippi Calzelunghe. Anche i 100 rubli russi si sono fatti valere insieme ai 20.000 tenge kazaki. Proprio il Kazakistan ha ottenuto il titolo per tre anni di seguito dal 2011 al 2013. L’anno scorso si è distinta la banconota di Trinidad & Tobago, mentre il più famoso e diffuso biglietto verde statunitense non ha mai vinto. E nel 2016? Le Maldive hanno già presentato la candidatura con la nuova banconota da 1000 rufyiaa. Che vinca il migliore.

Economia. Tags: , ,

Share Post

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Top