April 30, 2014

Il re degli chef, Rene Redzepi: mai smettere di giocare!

Filosofia

Il re degli chef, Rene Redzepi: mai smettere di giocare! - Il blog di Alessandro Benetton

I cuochi sono ormai delle grandi star, che fanno opinione con un seguito che va molto oltre al mondo della ristorazione. La riprova? Phaidon, editore specializzato in arte e design, ha pubblicato da poco il terzo libro di René Redzepi, celebre chef del Noma di Copenhagen che a 32 anni si è trovato incoronato come miglior cuoco del mondo. L’uscita è molto particolare: sono tre volumetti di cui uno in forma di diario. Un’occasione interessante per guardare dietro le quinte, per scoprire che dietro ad un personaggio famoso c’è sempre una persona con una storia interessante. Specialmente quando il successo è vissuto come un giro di boa e non come un fine in se stesso.

Nel diario per i 10 anni del Noma, che in questi giorni è risultato primo nella classifica dei migliori ristoranti al mondo, René racconta cosa succede quando arrivi in vetta, la paura di aver già detto tutto. Di trovarsi impigliato in una storia dove il passato illustre diventa un ostacolo psicologico ai progetti del presente. “Scrivere il diario è stato importante per questo – per restare aperto e rompere lo stampo che mi ha reso famoso”. Divertirsi, non avere paura di cambiare. Un approccio che condivido in pieno: per quanto grandi siano le cose che hai fatto, è importante saper crescere sempre. Spesso siamo noi stessi ad imporci i limiti, quando accettiamo che siano gli altri a definire il nostro successo. Ma la vera sfida è sempre con se stessi: credere al futuro, partire senza valigie ingombranti. Giocare tutte le partite, mai fermarsi.

Filosofia. Tags: , , , , , , , , , ,

Share Post

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Top