April 30, 2015

Il boom e la bolla: appunti sul mercato immobiliare asiatico

Economia

Una bolla non è una bolla finché non esplode, fino a quel momento è un boom: ed è proprio questa la situazione del mercato immobiliare asiatico, almeno secondo alcuni analisti, tra cui quelli di Nomura, ripresi di recente dal Washington Post. È strano sentir parlare di rischio bolla, quando i tassi di crescita di paesi come la Cina rallentano, ma si assestano pur sempre intorno al 7% annuo, valori da sogno nel Vecchio Continente. Rispetto alle cifre che siano abituati a sentire sui mezzi d’informazione per le economia dell’eurozona sono numeri in apparenza da sogno. Eppure la situazione asiatica è complessa, e proprio per questo merita di essere raccontata.

Si parte da lontano: dal 2008 in poi, gli anni in cui la crisi ha colpito più duro negli Stati Uniti e un fiume di denaro è confluito nei mercati immobiliari asiatici in cerca di rendimenti migliori, o in generale di un qualunque tipo di rendimento. La conseguenza è stata una diffusa crescita dei prezzi per gli immobili, che – fatta eccezione per la Corea del Sud, ora piuttosto stabile – sono cresciuti costantemente. Nel dettaglio, il mercato immobiliare di Hong Kong ha un’offerta così ridotta che sembra possa crescere all’infinito, mentre Malesia, Cina, Taiwan, sono tutti mercati in cui l’immobiliare dal 2008 in poi ha vissuto anni da leone, almeno finora.

Si è costruito molto, secondo alcuni anche troppo, soprattutto in Cina, dove le ghost town sono il segno più riconoscibile di uno sviluppo rapido, irruento, e dove infatti ora il mercato rallenta: in questa cornice gli analisti di Nomura hanno sovrapposto i dati di crescita di questi anni sui mercati asiatici a quelli del mercato immobiliare statunitense degli anni pre-bolla, fino al 2005. Sorpresa: gli andamenti sono sostanzialmente identici, i grafici si sovrappongono. E di conseguenza c’è chi intravede rischio che la storia di ripeta. Possibile, ma difficile da prevedere.

Economia.

Share Post

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Top